Reti Wi-FI

Lorem ipsum dolor sit amet, rutrum lectus non libero molestie pellentesque


Wi-Fi in Fast Roaming per strade ed autostrade

Sistema di comunicazioni Wi-Fi basato su protocolli derivati dagli attuali standard di settore uniti a principi di calcolo predittivo del percorso che consente agli utenti delle vetture in transito di mantenere una connettività continua lungo il percorso anche a velocità sostenute, grazie a particolari tecniche di hand-over tra i vari Access Point presenti lungo la rete.

Percorrendo una strada è ovvio che gli utenti sono “obbligati” ad un percorso definito, per cui ogni Access Point sa quale utente è attualmente connesso, dove era connesso in precedenza e dove si connetterà al prossimo roaming. E’ quindi possibile generare tramite il canale di link (a 5GHz) un passaggio veloce delle informazioni del client connesso ad un Access Point al successivo (su 2,5 GHz), sul quale il client verrà visto con lo stesso SSID e lo stesso IP. In pratica, la tabella dei client connessi viene trasferita da un Access Point al successivo e così via, generando una simulazione di un unico Access Point lungo l’intera tratta stradale.

Per tale applicazione viene utilizzato un protocollo derivato da quello 802.11r, che viene gestito in modo trasparente per il client tramite l’utilizzo di uno specifico firmware proprietario installato sugli Access Point.

Questo sistema risolve uno dei maggiori problemi per la realizzazione di un Fast Roaming Wi-Fi, in quanto con le tecnologie tradizionali il client non sa quale sarà il prossimo Access Point disponibile e deve quindi effettuare una scansione per ottenere tale informazione, mentre ogni Access Point non sa quale client si connetterà e quindi resta in attesa di una richiesta di connessione.

Il sistema inoltre effettua una specifica gestione dinamica della tabella dei client connessi che permette di superare le limitazioni imposte dalle attuali reti in merito al numero di utenti connessi contemporaneamente. Dato che il client si sposta lungo la strada, ogni utente si porta appresso il suo proprio IP: nel momento in cui non sono più disponibili IP ulteriori, gli IP di nuovi utenti che si devono connettere vengono gestiti da Access Point dedicati, utilizzando gli IP che sono ormai distanti e che pertanto non si ripresenteranno più. Tale sistema di “tunnelling” viene eseguito in modo trasparente ad ogni ricongiungimento di un Access Point con la rete cablata.